image

RESOCONTO MEETING INTERNAZIONALE DI BOLOGNA

October 19th, 2012 | Meeting Uraniani

è stato un successo per l’Astrologia Uraniana / Scuola di Amburgo in Italia. Il Primo Meeting Internazionale di Astrologia Uraniana svoltosi a Bologna presso l’Hotel Corona D’Oro, intitolato Astrologia Uraniana per il Corpo, l’Anima e lo Spirito, ha avuto il suo successo di pubblico, in prevalenza bolognese ma con partecipanti da varie città  del centro-nord quali Milano, Venezia, Arezzo, Ancona, insieme ad un piccolo gruppo di seguaci dell’Hamburg School Astrology proveniente da Amburgo (Germania).

Il 90% dell’audience era costituito da astrologi, alcuni di essi per la prima volta si sono misurati con il metodo uraniano di interpretazione dell’Astrologia.

Tiziana Ghirardini, con Lietta Catoni organizzatrici del convegno, introduceva il Meeting salutando e ringraziando i gentili relatori e i partecipanti, presentandoli di volta in volta.

Lietta Catoni (Italia) membro del HSARC di Amburgo e della Uranian Society di New York, apriva i lavori, prima con la sintesi della storia dell’Astrologia dal suo inizio ai giorni nostri, e dopo presentando lo strumento tipico dell’Astrologia Uraniana : il Dial 90°. Attraverso questo singolare strumento mobile esaminava il seguente tema : Parlare di Astrologia Uraniana oggi 20 Maggio 2006 h: 15:30 a Bologna. L’indomani affrontava il tema : L’Oroscopo Annuale 2006 di Jerusalem.

Udo Rudolph (Germania), presidente dell’HSARC di Amburgo, presentava i seguenti argomenti : Il Transito dei Pianeti Transnettuniani nell’Oroscopo di Terra (il 20/5), e Astrologia e Religione (21/5).

Meira B. Epstein (USA), segretaria della Uranian Society di New York ripartiva in due giorni il seguente tema di lettura : Combinare le tecniche astrologiche uraniane e classiche senza confondersi.

Nona Gwynn Press (USA), già  presidente della Uranian Society di New York, presentava l’argomento : Introduzione alla Mitologia e ai Pianeti Uraniani e all’indomani continuando con : Le radici mitologiche dei pianeti uraniani.

Francine Rasemberg (Olanda), segretaria del WKO di Den Haag e membro del HSARC di Amburgo presentava nei due giorni, l’argomento : La morte violenta di Theo Van Gogh in Amsterdam 2/11/2004 : disgrazia o destino?

Liane Thomas Wade (USA), presidente della Uranian Society di New York, ripartiva nei due giorni l’argomento : La Repubblica Popolare Cinese sul Dial 90° con i Transnettuniani e la Stelle fisse.

Tiziana Ghirardini (Italia), presidente del Centro Astrologico di Bologna, chiudeva i lavori con l’argomento di Astrologia tradizionale : I Cicli dei Pianeti Lenti – transizione verso il futuro.

Gli applausi del pubblico, le loro richieste di apprendere le tecniche uraniane, l’armonia creatasi fra tutti i relatori, è stata la migliore gratificazione per me che mi sono sobbarcata mesi e mesi di lavoro preparatorio. La soddisfazione è stata così grande che Francine Rasemberg ha proposto un Meeting Internazionale di Astrologia Uraniana n° 2 a Den Haag (Olanda) per il prossimo Maggio 2007. Tutti i relatori hanno dato la loro entusiastica adesione, compresa Tiziana Ghirardini che qui vorrei ringraziare di cuore per essersi prodigata a realizzare il Meeting di Bologna. Senza di lei non sarebbe stato possibile.
Per finire:
L’incontro di Bologna ha avuto una deliziosa appendice l’indomani 22 maggio 2006 a Montepulciano (Siena) nel terrazzo della mia abitazione. Partecipavano : Francine, Liane, Meira, Nona, i loro accompagnatori, mio marito ed io. Presiedeva Udo Rudolph che ci ha intrattenuti su uno speciale argomento, una esperienza di pre-morte esaminata attraverso le figure planetarie del Dial 90°. Il tutto è stato squisitamente festoso, intimo e speciale, e si è concluso con una cena in giardino quando già  le luci della sera si erano accese nel cielo e si vedevano brillare le stelle.